Influenza canina: come riconoscerla e come aiutare il vostro amico a quattro zampe

Influenza canina: come riconoscerla e come aiutare il vostro amico a quattro zampe

A nessuno piace prendere l’influenza, non importa che si tratti di un umano o del vostro cucciolo di casa. Ora che l’influenza canina sta prendendo sempre più piede tra tutti gli animali domestici, pare che la frase “soffrire come un cane” potrebbe assumere un nuovo significato. Ma come facciamo a riconoscere i sintomi di questa influenza e aiutare i nostri amici a quattro zampe? Questa breve guida dovrebbe aiutarvi a prevenire qualsiasi conseguenza e far tornare i vostri dolci animali di casa pimpanti come una volta.

Per quanto riguarda I sintomi base di questa influenza canina, la differenza tra umani e cani non è poi così marcata. Alcuni dei sintomi includono ovviamente il naso gocciolante, starnuti frequenti e la presenza di tosse, tutti sintomi abbastanza visibili che dovrebbe essere facile riconoscere qualora presentati dal vostro cane. Alcuni cani malati potrebbero anche sembrarvi più pigri del solito, potrebbero anche sperimentare la perdita di appetito o avere problemi a respirare correttamente. Nonostante questo, I sintomi possono essere dimostrati in maniera diversa da cane a cane, proprio come accade per gli esseri umani, quindi è necessario prestare attenzione al comportamento del vostro cane, o in ogni caso portarlo sempre dal veterinario per dei controlli mensili. In casi rari, ma abbastanza seri, questa influenza può poi svilupparsi e diventare polmonite canina. La maggior parte degli animali, in ogni caso, riesce a riprendersi dall’influenza in massimo 14 giorni.

Il virus responsabile di questa malattia, come riportato da petmd.com, è stato scoperto negli Stati Uniti nel 2004, ed agisce principalmente sul sistema respiratorio dell’animale. Il virus è purtroppo estremamente contagioso. Un vaccino ha ricevuto la licenza dal dipartimento di agricoltura degli Stati Uniti nel 2009.

Ecco i sintomi principali di questa influenza sono diversi, specialmente perché i cani che ne sono affetti possono sviluppare due sindromi diverse:

Blanda – I cani affetti da un’influenza blanda avranno una tosse leggera e probabilmente perdite dal naso. Occasionalmente, potrebbero mostrare tosse secca. Nella maggior parte dei casi I sintomi dureranno dai 10 ai 30 giorni e andranno via da soli

Grave – Generalmente, I cani con una sindrome grave avranno febbre alta e svilupperanno i sintomi molto velocemente. Il virus di questo tipo di influenza attacca gli alveoli, e i pazienti potrebbero anche sviluppare una polmonite batterica, che andrebbe a complicare ulteriormente la situazione.

Occhi rossi o occhi e naso che colano sono altri degli effetti che potrebbero essere notati negli animali affetti. Nella maggior parte dei casi, I cani sono probabilmente entrati in contatto con altri cani portatori del virus.

Ci sono due tipi di influenza canina. La H3N2, scoperta nel 2017, che può durare dai 2 agli otto giorni e può essere trasmessa ad altri cani prima ancora che ci siano sintomi visibili nel soggetto affetto. Ricordate sempre che questo tipo di virus può essere passato sia ad altri cani che ad umani, con un’incidenza dell’80% di contagio, ed un 10% di possibilità di morte dell’animale se essa viene ignorata. Se sospettate che il Vostro amico a quattro zampe possa soffrire di influenza canina, non rimanete con le mani in mano e non fatelo entrare in contatto con altri animali. La prima cosa da fare è consultare il Vostro veterinario di fiducia per accertarvi delle condizioni del vostro cane. Per fortuna, proprio come le persone, I cani possono essere vaccinati contro questa malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *